Luci del destino. Christian Balzano

Tori sbuffanti, tori possenti, tori inferociti, meditativi, in calore, silenti o protagonisti della propria sorte. Christian Balzano idealizza la figura dell’animale, lo pone come metafora dell’essere umano, protagonista di una corrida come l’uomo della propria vita, al centro dell’azione, pronto a ribellarsi davanti al suo carnefice o a subire passivamente la propria situazione. La mostra ci pone di fronte ad un dilemma esistenziale: andare incontro agli eventi, rischiando di vivere la vita da protagonisti, o rimanere in disparte, guardando il mondo da una prigione ovattata dalla quale tutto è meravigliosamente sbiadito? L’artista, con le proprie opere, ci fa riflettere sull’importanza delle proprie scelte: osservare una sua creazione è come guardarsi dentro e diventare artefici del proprio destino.

Di fronte alle teste di toro, ognuno ha la possibilità di percepire una semplice forma oppure di vedere un percorso, un iter da intraprendere. Un po’ come nella vita quando, in poco tempo, dobbiamo prendere una decisione che offrirà alcune opportunità e ne precluderà altre. Ogni testa animalesca è una scelta, ovvero una certezza raggiunta e una rinuncia fatta, d’altronde arriva il momento in cui è necessario “tagliare la testa al toro”. Scegliere è andare oltre, non farlo significa rimanere con un rimpianto. Luci del destino mette il fruitore davanti a delle opzioni per cercare di capire quale sarà la strada da imboccare.

13 dicembre 2009 - 14 febbraio 2010