SIMONE DOMENICONI. LIFE IN A GAME

SIMONE DOMENICONI. LIFE IN A GAME

Lu.C.C.A. Lounge & Underground

dal 2 dicembre 2017 al 4 febbraio 2018

a cura di Maurizio Vanni

Per Domeniconi il fare arte è una conquista, un conflitto per la sopravvivenza emotiva, un lucido scontro interiore che lo porta a non accontentarsi di una semplice emulazione della natura, ad attraversare e ripercorrere il tempo in modo trasversale, fin dalla propria infanzia, quando incontra gli scacchi, per poi proseguire e crescere nel desiderio di trasformare la sua consapevolezza in strumento espressivo e propulsivo. La sua non è mai una denuncia sociale, piuttosto un momento di raccoglimento, un atteggiamento di riflessione, un desiderio di conoscenza e auto-conoscenza, una proposta visiva legata a più livelli percettivi che potremmo considerare esoterica in quanto intrisa di segni e simboli che vanno oltre il loro valore iconografico diretto.

Ne scaturiscono dipinti privi di precisi riferimenti ambientali in un tempo senza tempo: non si allude a nulla di misterioso o quantomeno alla mistificazione della realtà attraverso immagini “forzate”, bensì a quei legami celati che non possono essere chiamati né per nome né esplicitamente e completamente descritti, ma solo essere avvertiti dall'immaginazione di coloro che desiderano entrare nel gioco.

 

Biografia

Simone Domeniconi nasce a Carpi, in Emilia Romagna, il 19 maggio del 1972. Fin da giovanissimo manifesta una precoce vocazione per la poesia – sbocciata in seguito sui banchi del liceo – che lo porterà a ricevere prestigiosi riconoscimenti, tra i quali il Premio Internazionale del San Domenichino ed il Premio Alpi Apuane.
Nel frattempo scrive, dipinge, organizza eventi, si confronta con artisti ed intellettuali. In particolare frequenta lo studio del pittore americano Robert Carroll, e quello del maestro e docente d'Accademia delle Belle Arti di Carrara, Fabio Grassi.
In pittura, dopo gli esordi figurativi ed alcune sperimentazioni, la sua particolarissima ricerca si volge ad una 'narrazione estetica' ispirata al gioco degli scacchi, ricerca che sta destando un crescente interesse anche al di fuori dei confini nazionali.
Attualmente vive e lavora in versilia, Toscana.
Diversi i critici e storici dell'arte che hanno scritto di lui, tra cui Luciano Caprile, Maurizio Vanni, Robert Carroll, Penesta Dika e Giovanni Faccenda. 

MOSTRA “SIMONE DOMENICONI. LIFE IN A GAME”
Lu.C.C.A. Lounge&Underground
dal 2 dicembre 2017 al 4 febbraio 2018
orario mostra: da martedì a domenica 10-19, chiuso lunedì
Ingresso libero

Per info:
Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art
Via della Fratta, 36 – 55100 Lucca
tel. +39 0583 492180
www.luccamuseum.com | info@luccamuseum.com
 
Addetto Stampa Lu.C.C.A.
Michela Cicchinè mobile +39 339.2006519