Ricerca

Un mondo visivo nuovo. Origine, Balla, Kandinsky e le astrazioni degli anni '50

La mostra, in programma dal 9 maggio al 23 agosto 2009, affronta un nucleo centrale dell'articolato dibattito italiano intorno all'arte astratta tra il dopoguerra e gli anni Cinquanta, quando quel tipo di linguaggio appare il più adeguato a scandagliare e a interpretare la natura del proprio tempo e ad andare alle radici della coscienza del fare arte. Il principio e il rigore funzionale della forma rispondono alla convinzione che le immagini pure ed elementari e la percezione visiva sono per l'uomo contemporaneo gli strumenti ideali per intraprendere questa esplorazione conoscitiva.