Burattino senza fili di Marcello Scarselli

“Burattino senza fili”

a cura di Maurizio Vanni e Filippo Lotti

In mostra dal 11 giugno al 7 Luglio 2019

 

Le favole per la vita
Le favole veicolano importanti messaggi alla mente conscia e inconscia. Nel suo racconto legato a Pinocchio, Scarselli ci propone composizioni che non hanno nulla a che vedere con l’illustrazione di uno dei capolavori della nostra letteratura. I suoi possono essere considerati appunti di un viaggio mentale che prendono solo a pretesto personaggi e luoghi di una fiaba impressa nell’immaginario collettivo di adulti e bambini. Senso etico e morale, libertà espressiva, istinto, esigenza comunicativa, curiosità, pensiero asimmetrico, intraprendenza, ricerca interiore, passionalità e costante confronto esistenziale: sono queste le sensazioni che si hanno di fronte al “suo” Pinocchio.

Un Pinocchio solo suggerito, una balena che allude alla cultura Pop e alle arti verbo-visive, un Mangiafuoco, stranamente buono, che diventa presagio di un futuro vissuto momento dopo momento, una perfetta forma geometrica cubica che, oltre ad alludere alle leonardesche dimensioni auree dell’universo, unisce segni e simboli (la favola di Pinocchio è un racconto fortemente esoterico) e sottintende il gioco della vita e il destino che la sorte ci riserva. Ma qualcuno si è mai chiesto se a Pinocchio interessasse tornare bambino? E se la balena rappresentasse la gabbia dorata che ognuno di noi cerca per difendersi dall’epicentro vulcanico delle forti emozioni? E chi non ha avuto tra i propri amici un Gatto e una Volpe che indicano le regole della vita al di fuori della prigione ovattata ovvero della comfort zone dell’esistenza?

Note biografiche Marcello Scarselli
Marcello Scarselli nasce nel 1953 a Santa Maria a Monte (PI). Dopo essersi diplomato all’Istituto Tecnico di Pontedera (PI), frequenta corsi di disegno e di intaglio e successivamente il corso di incisione alla Scuola di Grafica de Il Bisonte a Firenze. Inizia la carriera artistica negli anni Settanta partecipando a numerose mostre collettive e intervenendo nel dibattito estetico di quel periodo. La sua professione si consolida negli anni attraverso una costante attività espositiva in Italia e all’estero (Austria, Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Inghilterra, Croazia, Portogallo, Giappone). Nel 2011 è alla Galleria Pall Mall di Londra. Dal 2012 una sua opera fa parte della Pinacoteca d’arte contemporanea de Il Ciocco a Barga (LU). È del 2013 la mostra itinerante con tappe a Palazzo Medici Riccardi di Firenze, Palazzo Mediceo di Seravezza e al Museo Piaggio di Pontedera. Del 2014 la personale a Ponte de Sor (Portogallo). In seguito alla collettiva “Il Muro – 25 anni dopo” all’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania di Roma, dona un’opera in ricordo della caduta del Muro di Berlino. Del 2015 le personali nella Chiesa Monumentale di San Francesco a Gualdo Tadino (PG), alla sede Carismi di Lucca e a Palazzo Pretorio di Certaldo (FI). Nello stesso anno la collettiva “Expo Arte Italiana” a Villa Bagatti Valsecchi a Varedo (MB), curata da Vittorio Sgarbi. Nel 2016 inaugura la scultura monumentale (h 3,90 m) “Pinocchio e il gioco del cerchio” in acciaio cor-ten, collocata su una rotatoria a San Miniato Basso (PI). Nel 2017 espone alla Torre Civica, alla Galleria Fiordamaro di Bientina e a Palazzo del Pegaso a Firenze. Nel 2018 lo troviamo alla Galleria Simmi a Roma, al Palazzo dei Priori di Volterra (PI), al Tokiù Plaza aTokyo, a San Miniato e alle Officine Garibaldi di Pisa. Del 2019 la collettiva itinerante “Sheep Art – Arte in transumanza” a Palazzo Pretorio di Certaldo, a cura di Filippo Lotti.
Partecipa a varie fiere d’arte internazionali. Vive e lavora a Bientina.

 

MOSTRA "Burattino senza fili” di Marcello Scarselli

a cura di Maurizio Vanni e Filippo Lotti
Lu.C.C.A. Lounge&Underground 
Dal 11 giugno al 7 luglio 2019
orario mostra: da martedì a domenica 10-19, chiuso lunedì
Ingresso libero

Incontro con l’artista domenica 15 giugno 2019 ore 18,30

 

Per info:

Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art

Via della Fratta, 36 – 55100 Lucca 
www.luccamuseum.com | info@luccamuseum.com

Ufficio Stampa

Simonetta Carbone, Torino tel. +39 011 197 063 71 / +39 335 6505656

ufficiostampa@simocarbone.it

Addetto Stampa Lu.C.C.A.

Michela Cicchinè + 39 339 2006519

m.cicchine@luccamuseum.com