Paolo Scheggi. Realtà, meta-realtà e sogno

Paolo Scheggi. Realtà, meta-realtà e sogno

Dal 16 ottobre all'11 novembre 2018

Lu.C.C.A. Lounge & Underground

Inaugurazione: Sabato 20 ottobre 2018, ore 17,00

 

Perché un’opera d’arte sia veramente immortale deve uscire completamente dai confini dell’umano: spesso, l’utilizzo eccessivo della logica e della razionalità, il volerle attribuire un concetto ad ogni costo la danneggiano. Se usciamo dal prevedibile, se violiamo gli schemi del naturalismo e dell’Arte concettuale, potremmo riavvicinarci al mondo delle coscienti illusioni e dei lucidi sogni che, seppur lontano dall’automatismo psichico dei Surrealisti e dall’automatismo fisico del Gruppo CoBrA, ci avvicinerà alla purezza di una genesi scevra da sovrastrutture mentali.

Paolo Scheggi ha sempre cercato un collegamento consapevole con la sua parte più profonda, senza mai dimenticare il mondo che lo circonda alla ricerca di una tecnica che ha reso funzionale ai propri obiettivi artistici. Essere testimoni del proprio tempo e non lasciarsi prendere troppo la mano dalle proposte culturali del “qui e ora” rimanendo fedeli a se stessi non è facile, ma la coerenza, unita alla disponibilità di rimettersi costantemente in gioco, è un valore appannaggio di artisti coraggiosi. La pittura è una cosa seria: non è un mezzo per rendere più lieve la propria esistenza o per “forzare” la realtà attraverso ricorsi onirici, ma uno strumento per dare nuova vita alla vita attraverso forme, personaggi, colori, luci, oggetti e superfici che potrebbero non avere corrispondenza diretta con ciò che crediamo di aver visto.

Il segreto del reale, e anche quello della nostra esistenza, è riposto nelle cose della nostra quotidianità, ma anche in un’oggettività trascendente la loro percezione. Scheggi ci invita ad andare oltre il senso della vista proprio nel momento in cui non vuole determinare in un unico senso le sue opere. I volumi dei suoi personaggi, quasi mai troppo caratterizzati, si stagliano sopra qualunque fondo con la loro solitaria dignità, immersi nel silenzio di uno spazio statico seppur circondato da elementi funzionanti alla narrazione visiva. Il suo personaggio-archetipo tende a demolire ogni convezione, ma al tempo stesso diventa “amico” di chi lo osserva. Lo spettatore attento è, infatti, invitato a un vero e proprio viaggio, una sorta di esperienza iniziatica: ciò che un attimo prima aveva creato timore improvvisamente appare come un gioco di prestigio nel quale il mistero è solamente simulato.

Al gioco si integra con perfetta armonia e coerenza quell’ironia esistenziale legata al suo disincanto per la vita. Ironia intesa come prendere le distanze, porre un’alternativa, concepire e definire un limite a sé e alle cose: la tentazione di chiedergli spiegazioni sui suoi dipinti è elevata, ma come ben sappiamo, un mago non svela mai i suoi trucchi.

Maurizio Vanni

 


 
Note biografiche Paolo Scheggi
Nato a Castiglione d’Orcia (SI) il 3 febbraio 1955, vive e lavora a Figline Valdarno (FI).

Mostre personali

1992 Galleria Comunale, Rimini
1993 Galleria Hartmannesheim, con il patrocinio del Comune di Bressanone (BZ)
1994 Centro Arti Visive, Piombino (LI)
1996 Galleria Il Posto delle Fragole, Bologna
1996 Galleria Bagnai, Siena
1997 Palazzo Todeschi, Rovereto (TN) - con il patrocinio del Comune di Figline e Rovereto
1998 Open Art, Borken (Germania)
1998 Museo Cateriniano per le Arti Visive, con il patrocinio del Comune di Castiglione d’Orcia (SI)
1999 Stilbruch, Erfurt (Germania)
1999 Drappellone del Palio dell’Assunta, Siena
2000 Alta Moda al Castello, con il patrocinio del Comune di Badia ad Isola, Monteriggioni (SI)
2001 Galerie Die Schmiede, Ayng (Germania)
2005 Nt Art Gallery, Bologna
2006 Galleria L’Indicatore, Roma
2008 Galleria Domus Arte, Roma
2008 Galleria Senato, Milano
2011 Galleria Impression, Cetona (SI)
2015 Galleria Monod, Parigi
2016 Palazzo Comunale, Signa (FI)
2018 Galleria Pinna, Berlino (Germania)

Mostre Collettive

1994 Fiera Internazionale d’Arte, Firenze
1994 Galleria Bagnai, Siena
1994 Fiera Internazionale d’Arte, Bari
1995 Accademia delle Arti Visive, Siracusa
1995 Arte Fiera, Bari
1995 Fiera Internazionale d’Arte, Fortezza da Basso, Firenze
1995 F.I.A.C., Parigi (Francia)
1995 Arte Fiera Padova, Padova
1996 F.I.A.C., Parigi (Francia)
1996 Arte Fiera Bologna, Bologna
1997 Arte Fiera Bologna, Bologna
1997 Arte Fiera Reggio Emilia, Reggio Emilia
1997 Art Antibes, Salone Internazionale di Arte Contemporanea, Cap d’Antibes (Francia)
1998 Borken Art Lines
2007 Galleria Domus Arte, Roma
2007 Galleria Senato, Milano
2011 Galleria Impression, Cetona (SI)
2015 Galleria Art Shop, Pistoia
2015 Galleria Monod, Parigi
2017 Librorcia, Bagno Vignoni (SI)
 

MOSTRA PAOLO SCHEGGI “REALTÀ, META- REALTÀ E SOGNO”
a cura di Maurizio Vanni
 
Lu.C.C.A. Lounge&Underground
Dal 16 ottobre all’11 novembre 2018
orario mostra: da martedì a domenica 10-19, chiuso lunedì
Ingresso libero
 
Incontro con l’artista sabato 20 ottobre 2018 ore 17
 
Per info:
Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art
Via della Fratta, 36 – 55100 Lucca
Tel. +39 0583 492180
 
Addetto Stampa Lu.C.C.A.
Michela Cicchinè mobile
Tel. +39 339.2006519